Skip to main content

Apple è al lavoro per ridurre il gap nell’AI con Google e Samsung

apple al lavoro per migliorare ai con siri e competere contro google e samsung
29 Gennaio 2024, 09:50 | Lorenzo Ricciutelli Lorenzo Ricciutelli

In un mondo guidato sempre più dall’intelligenza artificiale, Apple sta utilizzando una grande forza lavoro per recuperare lo “svantaggio” contro Samsung e Google, e secondo alcuni utilizzando ChatGPT per allenare la propria IA.

Con l’arrivo di iOS 18, si vocifera che la mela morsicchiata sfiderà i colossi Google e Samsung, pionieri nel settore smartphone Android, con nuove funzionalità IA per iPhone. Siri, l’assistente vocale di Apple, potrebbe ricevere un importante potenziamento grazie a modelli di linguaggio avanzati, integrando diverse fonti per una maggiore efficienza.

Secondo alcune fonti, Apple sta sperimentando l’API di ChatGPT per raffinare i propri modelli di IA. Anche se non c’è ancora un annuncio ufficiale, si presume che Apple stia preparando una risposta all’AI Gemini di Google, pensata appositamente per un utilizzo su smartphone. Il codice di iOS 17.4 suggerisce che Siri potrebbe acquisire capacità di sintesi simili a quelle introdotte da Samsung nella serie Galaxy S24.

Non solo Siri, ma anche iMessage potrebbe essere arricchito con l’intelligenza artificiale, offrendo funzionalità come suggerimenti di risposta intelligenti o intere frasi scritte da un’IA, come abbiamo visto su Gmail. Bloomberg ha rivelato che funzionalità di IA arriveranno anche in Apple Music e in applicazioni di produttività come Pages e Keynote.

In totale, iOS 17.4 sembra indicare che Apple stia testando quattro diversi modelli di IA, compreso uno chiamato AjaxGPT, con varianti sia offline che online. Quest’anno potrebbe essere quello in cui Apple colmerà il divario con Google e Samsung nel campo dell’intelligenza artificiale.

Fonte


Lorenzo Ricciutelli
Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Techdot. Vivo da sempre con un’amore sfrenato per l’informatica e la tecnologia. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Imprenditore digitale.