Skip to main content

La Dacia Duster elettrica non è prevista prima del 2030

  • Pubblicato:
    05 Dicembre 2023, 10:58
  • Aggiornato:
    05 Dicembre 2023, 10:58
Lorenzo Ricciutelli
La nuova Dacia Duster

La popolare Dacia Duster non sarà disponibile in versione completamente elettrica fino al 2030, secondo le recenti dichiarazioni del CEO del marchio, Denis Le Vot.

Secondo le dichirazioni del CEO del marchio, Denis Le Vot, la Dacia Duster non sarà disponibile in versione completamente elttrica fino al 2030.

Le Vot è stato intervistato da Autocar e alla domanda su come e quando la Duster adotterà una motorizzazione puramente elettrica ha risposto: “Non lo so”. Ha spiegato che tali decisioni sono ancora lontane, considerando che il nuovo modello Duster dovrebbe rimanere in vendita per i prossimi otto anni circa.

Le Vot ritiene che fino al 2032 ci sarà sufficiente spazio di mercato per la Duster per rimanere “prevalentemente basata su motori a combustione interna (ICE)”. Ha sottolineato che il gruppo Renault, di cui fa parte Dacia, sta procedendo rapidamente per rendere elettriche tutta la loro gamma. Tuttavia, Dacia non sta seguendo lo stesso ritmo accelerato: “Dacia offre un’alternativa in ogni momento sul mercato della mobilità”, ha affermato.

Il CEO ha aggiunto che i motori a combustione sono il “pane quotidiano” di Dacia e il marchio rappresenta un “salvagente” per il Gruppo Renault “in questo ambiente incerto”. “Non è una gara per diventare elettrici il più rapidamente possibile. Forse potrei dire il contrario. Ci sono queste due cose che si muovono contemporaneamente. Dobbiamo solo essere coerenti”, ha dichiarato Le Vot.

Ha poi precisato che Dacia sta procedendo alla decarbonizzazione passo dopo passo, iniziando con il GPL – che riduce del 10% le emissioni di carbonio – e poi passando all’ibrido (HEV) quando la pressione del mercato e la domanda lo richiedono.

Le Vot ha concluso dicendo che “arriveremo a un certo punto a essere completamente elettrici”, ma che ciò dipenderà dai cicli di vita dei singoli modelli – il Sandero dovrebbe essere sostituito intorno al 2028 – e dalla domanda dei mercati internazionali.

“Nessuno può immaginare che si lanci un’auto solo a combustione in Europa che vivrà tra il 2028 e il 2034, giusto? Allo stesso tempo, le percentuali di elettrificazione saranno ben lontane dal 100%, e le nostre auto hanno una vita anche al di fuori dell’Europa – in Turchia, Marocco e Nord Africa, America Latina e India”, ha affermato, aggiungendo che “qui abbiamo una doppia offerta da proporre: saremo bi-energia, cioè una versione elettrica e una versione ICE. Vedremo. Abbiamo tempo.”

Fonte e intervista completa


Lorenzo Ricciutelli
Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Techdot. Vivo da sempre con un’amore sfrenato per l’informatica e la tecnologia. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Nel tempo libero sono un imprenditore digitale.