Skip to main content

Ecco le app di terze parti già ottimizzate per Apple Vision Pro

  • Pubblicato:
    22 Gennaio 2024, 09:40
  • Aggiornato:
    22 Gennaio 2024, 09:40
Lorenzo Ricciutelli
apple vision pro in uso

Con l’imminente debutto di Apple Vision Pro il prossimo 2 febbraio, gli sviluppatori delle migliori app sono al lavoro sull’ottimizzazione delle proprie creazioni per il nuovo dispositivo di realtà mista dell’azienda di Cupertino.

È quasi tutto pronto per il debutto di Vision Pro, Apple è già pronta ad accogliere un grande flusso di persone interessate alla prova che sarà composta da quattro distinte fasi. Fino a questo momento, si contano oltre 250 applicazioni che hanno annunciato il supporto nativo per visionOS, la piattaforma su cui gira il nuovo dispositivo di Mixed Reality.

fantastical per apple vision pro già annunciato

Queste applicazioni, che integrano nativamente visionOS, potranno beneficiare delle caratteristiche del design spaziale, garantendo quindi all’utente un’esperienza profondamente immersiva. Tra le app disponibili al lancio troviamo Airmail, Box, CARROT Weather, Fantastical, Facades, JigSpace, e molte altre, come evidenziato dalle ricerche di Appfigures.

Grazie alle anticipazioni fornite da Steve Troughton-Smith e @M1Astra su piattaforme social sappiamo che anche Microsoft è pronta ad entrare in campo con app essenziali per il lavoro e la produttività come Excel, PowerPoint, Word e Teams.

Sin dal giorno della presentazione sappiamo che Apple ha realizzato un dispositivo perfetto per la produttività, ma anche per l’intrattenimento: è per questo che le app di Crunchyroll, J.Crew, e LEGO Builder’s Journey sono già pronte a sfruttare tutte le potenzialità del Vision Pro, così come Disney+, ESPN e Amazon Prime Video.

Tutte le app progettate per iPhone e iPad saranno automaticamente trasferibili sul Vision Pro, a meno che gli sviluppatori non scelgano esplicitamente di escluderle attraverso App Store Connect, portando il numero totale di app disponibili al lancio a oltre un milione.

Attualmente alcune popolari piattaforme di streaming non hanno annunciato la loro versione: Netflix, Spotify e Youtube sono i grandi assenti, così come tutte le app di Meta, Facebook e Instagram in primis, anche se è possibile accedere a tutti questi servizi tramite Safari.

Manca davvero poco al lancio dell’Apple Vision Pro e gli sviluppatori hanno ancora tempo per annunciare nuove app compatibili, promettendo ulteriori arricchimenti dell’intero ecosistema di visionOS.

Fonte


Lorenzo Ricciutelli
Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Techdot. Vivo da sempre con un’amore sfrenato per l’informatica e la tecnologia. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Nel tempo libero sono un imprenditore digitale.