Skip to main content

L’emulatore Sony PSP PPSSPP approda su App Store iOS

ppsspp arriva su app store
16 Maggio 2024, 11:45 | Lorenzo Ricciutelli

Una grande novità per gli appassionati di giochi retrò: PPSSPP, l’app che permette di emulare i giochi per PSP, è finalmente disponibile su App Store di iOS.

Dopo quasi 12 anni di esistenza, l’emulatore poteva essere installato sui dispositivi Apple solo tramite soluzioni alternative. Ora, grazie a un cambio di politiche da parte di Apple, che ha reso meno restrittive le regole per gli emulatori di console retrò, PPSSPP è ufficialmente approdato su App Store.

Henrik Rydgård, lo sviluppatore di PPSSPP, ha espresso gratitudine ad Apple per questa apertura, ricordando che l’azienda aveva già aggiornato le sue linee guida per gli sviluppatori ad aprile, consentendo l’approvazione di emulatori per Game Boy, DS e PS1. La versione attuale di PPSSPP è gratuita, ma Rydgård ha annunciato a The Verge che presto sarà disponibile anche una versione gold da 5 dollari. Questa versione a pagamento per Android offre alcune funzionalità aggiuntive, ma è principalmente un modo per supportare il suo lavoro.

Attualmente, l’emulatore disponibile su App Store non supporta la Magic Keyboard per iPad, poiché la compatibilità era stata inizialmente abilitata utilizzando un’API non documentata. Anche le Retro Achievements non sono al momento disponibili, ma verranno reintrodotte in futuri aggiornamenti. Mentre le altre versioni dell’emulatore supportano il compilatore Just-in-time (JIT), che ottimizza il codice per un’esecuzione più fluida, la versione su App Store non lo supporta e non lo farà mai a meno che Apple non modifichi le sue regole.

Nonostante questa limitazione, Rydgård assicura che i dispositivi iOS sono “generalmente abbastanza veloci” per eseguire quasi tutti i giochi PSP a piena velocità, quindi gli utenti potrebbero non notare grandi differenze. È importante sottolineare che PPSSPP fornisce solo l’emulatore; i giocatori dovranno procurarsi autonomamente i giochi, poiché Apple non consente agli sviluppatori di caricare giochi di cui non possiedono i diritti.

Fonte


Lorenzo Ricciutelli
Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Techdot. Vivo da sempre con un’amore sfrenato per l’informatica e la tecnologia. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Imprenditore digitale.