Skip to main content

Google prova ChromeOS su Android

ChromeOS su smartphone Android prova
14 Maggio 2024, 11:20 | Lorenzo Ricciutelli

Google starebbe mostrando ChromeOS su Android ad alcune aziende selezionate in un evento privato.

Google ha progettato il sistema operativo Android per gli smartphone, ma nel tempo lo ha adottato per renderlo funzionante su altri dispositivi: tablet, smartwatch e smartband, TV smart e automobili. Per trovare spazio nel mercato dei PC, Google ha creato ChromeOS anziché utilizzare Android. Nel corso degli anni l’azienda ha reso i due sistemi operativi sempre più integrati: ad esempio, ChromeOS viene fornito con il runtime di Android, permettendo ai computer di eseguire le app per smartphone. Il contrario – quindi dispositivi Android in grado di eseguire software di ChromeOS – non era ancora possibile, ma è un’idea che Google starebbe pensando di mettere in pratica.

Questo video, rilasciato in esclusiva da Android Authority, mostra uno smartphone Android su cui gira ChromeOS.

Gli attuali smartphone Android di media gamma o top hanno abbastanza memoria, capacità di archiviazione e potenza di calcolo per gestire alcune attività informatiche per uso ufficio, ad esempio. Nonostante ciò, Google non ha mai sentito la necessità di rendere Android più simile a Windows o macOS. In passato ha provato a creare un ibrido tra Android e Chrome OS, chiamato Andromeda, che poi ha abbandonato. Il motivo è che entrambi i sistemi operativi erano già di successo, quindi era più produttivo migliorare ciascuno separatamente.

“Non ha senso unire le due piattaforme. Entrambi sono di successo. Vogliamo solo che traggano beneficio l’uno dall’altro”, ha detto Hiroshi Lockheimer, VP di Android, ChromeOS e Play di Google durante il podcast All About Android.

In ogni caso, grazie alla funzionalità AVF (Android Virtualization Framework) rilasciata insieme ad Android 13, è possibile far girare ChromeOS su Android senza problemi. Google ha quindi iniziato a supportare l’esecuzione di ChromiumOS, la versione open-source di ChromeOS, sui telefoni Android tramite AVF e ha dimostrato questa capacità ad altre aziende in un evento privato. Il nome in codice è “ferrochrome”, in esecuzione su una macchina virtuale su un Pixel 8.

Fonte: Android Authority


Lorenzo Ricciutelli
Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Techdot. Vivo da sempre con un’amore sfrenato per l’informatica e la tecnologia. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Imprenditore digitale.