Skip to main content

Huawei, ancora problemi e ban negli USA

la sede centrale di huawei in cina
  • Pubblicato:
    21 Marzo 2024, 09:50
  • Aggiornato:
    21 Marzo 2024, 09:50
Lorenzo Ricciutelli

Il ban tra Huawei e gli Stati Uniti potrebbe inasprirsi ancora di più.

L’amministrazione guidata da Joe Biden sta valutando l’ipotesi di inserire nella blacklist altri quattro produttori cinesi, esperti nella realizzazione di semiconduttori, collegati all’azienda Huawei.

Secondo alcune fonti vicine a Bloomberg, le quattro compagnie coinvolte in un futuro ban sono: Qingdao Sien, SwaySure, Shenzhen Pensun Technology e il leader cinese nella produzione di chip di memoria, ChangXin Memory Technologies (CXMT).

L’eventuale inserimento di queste aziende nella Black List statunitense comporterebbe l’obbligo per le imprese americane che desiderano collaborare con esse di ottenere un’autorizzazione specifica.

Mentre da una parte il governo cinese è pronto ad investire delle enormi quantità di denaro in Huawei, così da portarla al pari dei colossi dei semiconduttori come Intel e Qualcomm, dall’altra il governo statunitense sta convincendo i suoi paesi amici al ban per l’azienda cinese, visto che Olanda e Giappone lo hanno già fatto.

Fonte: Gsmarena.com


Lorenzo Ricciutelli
Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Techdot. Vivo da sempre con un’amore sfrenato per l’informatica e la tecnologia. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Imprenditore digitale.