Skip to main content

Le pulizie domestiche ci rendono più felici, secondo Vactidy

  • Pubblicato:
    15 Gennaio 2024, 15:03
  • Aggiornato:
    15 Gennaio 2024, 15:03
Lorenzo Ricciutelli
pulire ci rende felici vactidy

Pulire la nostra abitazione ci potrebbe rendere più felici, secondo uno studio di Vactidy che ha catturato il positivo impatto della pulizia sul benessere della persona.

In un mondo dove il terzo lunedì di gennaio, noto come Blue Monday, viene etichettato come il giorno più triste dell’anno, emerge uno spunto di riflessione sorprendentemente positivo. Un recente sondaggio condotto da Vactidy, brand di elettrodomestici specializzato in dispositivi per la pulizia domestica, rivela come le attività di pulizia possano avere un impatto significativamente positivo sul benessere generale delle persone, influenzando addirittura la loro vita sociale.

La ricerca, focalizzata sull’impatto delle pulizie di casa sullo stato d’animo delle persone, ha rivelato che per 8 persone su 10, dedicarsi alle pulizie casalinghe rappresenta un vero e proprio toccasana per il morale. L’82% degli intervistati ammette di sentirsi meno stressato dopo aver dedicato del tempo alle pulizie, percependo il mantenimento di un ambiente pulito come un efficace contrappeso al ritmo frenetico della vita moderna.

Interessante notare come una percentuale simile (80%) ritenga che lo stato emotivo e mentale si rifletta direttamente nello stato di pulizia della propria abitazione, evidenziando una connessione profonda tra la pulizia e il benessere psicologico.

La pulizia domestica, quindi, non si riduce a un semplice compito quotidiano, ma assume un ruolo fondamentale nella felicità del singolo individuo. La maggior parte degli intervistati (90%) considera la pulizia come parte integrante del concetto di autocura (self-care), un atto di amore verso se stessi. Inoltre, quasi all’unanimità si ritiene che un ambiente pulito e ordinato possa favorire produttività e concentrazione, e stimolare addirittura la vita sociale, eliminando la preoccupazione di essere giudicati quando si invitano ospiti in casa.

Gli italiani mostrano particolare attenzione alle pulizie domestiche: il 36% si dedica a queste attività una volta alla settimana, il 17% più di due volte e quasi il 9% addirittura tutti i giorni. Inoltre, un significativo 26% ammette di pulire quando la casa ne ha più bisogno o ogni due settimane (11%). Per quanto riguarda il tempo dedicato, il 45% degli intervistati impiega regolarmente 1-2 ore settimanali, mentre il 31% dedica addirittura 2-3 ore, testimoniando un impegno costante nella gestione e nell’ordine della propria dimora.

Vactidy, fondato nel 2013, si è affermato come un brand di elettrodomestici innovativo e globale, specializzato in aspirapolvere senza fili, robot aspirapolvere e altri dispositivi per la pulizia della casa. Con un focus sulla facilità d’uso e sulla convenienza, Vactidy si propone di ottimizzare il tempo dedicato alle faccende domestiche, consentendo di investirlo in attività più piacevoli e gratificanti.

In conclusione, il rapporto tra le pulizie domestiche e il benessere personale sembra essere più intimo e significativo di quanto si potesse immaginare. Le attività di pulizia, spesso percepite come semplici faccende domestiche, rivelano la loro capacità di trasformarsi in veri e propri alleati del nostro benessere psicologico e sociale. Questa ricerca offre una prospettiva rinvigorente, soprattutto in periodi dell’anno come il Blue Monday, dove la ricerca della felicità e del benessere assume un significato ancora più profondo.


Lorenzo Ricciutelli
Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Techdot. Vivo da sempre con un’amore sfrenato per l’informatica e la tecnologia. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Nel tempo libero sono un imprenditore digitale.