Skip to main content

Microsoft Edge introdurrà il supporto alle estensioni su Android

  • Pubblicato:
    01 Febbraio 2024, 10:48
  • Aggiornato:
    01 Febbraio 2024, 10:48
Lorenzo Ricciutelli
Microsoft Edge estensioni su mobile Android

Microsoft Edge su Android potrebbe presto ricevere il supporto per le estensioni, una funzionalità che Google non ha ancora aggiunto a Chrome.

Google Chrome è basato sul progetto del browser Chromium, che alimenta anche altri popolari browser su Android, come Opera, Brave, Internet Samsung, Edge, Kiwi Browser e molti altri. Il sistema “Chromium” facilita la sincronizzazione tra diversi sistemi operativi, supportato da un funzionamento familiare per la maggior parte delle funzionalità condivise da questi browser. In ogni caso, una delle maggiori criticità è appunto la discrepanza di funzionalità tra le versioni desktop e mobile dei browser basati su Chromium. Ora, Microsoft sembra pronta ad aggiungere il supporto per le estensioni su Edge per Android.

Il codice sorgente di Chromium, di default, non supporta le estensioni del browser su mobile. Per questo motivo, le estensioni disponibili tramite il Chrome Web Store sono utilizzabili solo su desktop. Lo store offre un’ampia gamma di strumenti utili, che vanno dai lettori di schermo, ai gestori di liste di lettura, ai correttori di bozze, agli assistenti per lo shopping, e ora anche agli strumenti AI. Sebbene Google stia migliorando Chrome per Android aggiungendo funzionalità inizialmente pensate per desktop, come i gruppi di schede, il supporto per le estensioni è rimasto sempre indietro.

Il ricercatore @Leopeva64 su X (ex Twitter) ha notato che Microsoft sta lavorando al supporto delle estensioni nell’ultima build Canary di Edge per Android. L’ultima versione presenta un nuovo flag che abilita un pulsante di estensione nell’app. Un altro utente di X condivide che ci sono due URL che è possibile visitare per installare le poche estensioni disponibili, tra cui un blocco annunci e uno strumento che forza la modalità scura su ogni sito web.

Una volta abilitato, le funzioni per gestire le estensioni installate, controllare i loro permessi e rimuoverle se necessario, sono analoghe all’interfaccia utente desktop di Edge. Gli screenshot di Leopeva64 mostrano che è possibile toccare il pulsante a tre punti accanto a qualsiasi estensione installata per disattivarla temporaneamente, visualizzare maggiori informazioni su di essa, revocare/concedere permessi o rimuoverla completamente.

Vivaldi, un browser basato su Chromium, ha affermato a Androidpolice.com di non essere al lavoro su questa funzionalità poichè essa comporta un dispendio di energie e costi molto importante. Quindi Microsoft sta probabilmente investendo risorse e sforzi considerevoli nello sviluppo e nel test prima che le estensioni siano disponibili per tutti gli utenti di Edge.

La buona notizia, a giudicare dagli screen e dalle informazioni trapelate, è che il rilascio finale sempre quasi imminente, visto che lo sviluppo dell’interfaccia sembra rifinita, così come alcuni piccoli dettagli.


Lorenzo Ricciutelli
Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Techdot. Vivo da sempre con un’amore sfrenato per l’informatica e la tecnologia. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Nel tempo libero sono un imprenditore digitale.