Skip to main content

OpenAI lancia GPT Store per l’acquisto e la vendita di Chatbot personalizzati

  • Pubblicato:
    11 Gennaio 2024, 11:57
  • Aggiornato:
    11 Gennaio 2024, 11:57
Lorenzo Ricciutelli
lancio dello store di chat gpt

OpenAI ha inaugurato mercoledì il GPT Store, un mercato in cui gli utenti di ChatGPT possono acquistare e vendere chatbot personalizzati basati sui modelli linguistici dell’azienda.

La società, nota per il suo popolare prodotto ChatGPT che ha contribuito all’esplosione dell’intelligenza artificiale, offre già bot personalizzati tramite il servizio a pagamento ChatGPT Plus. Il nuovo store permetterà agli utenti di offrire e monetizzare una gamma più ampia di strumenti e servizi.

Attraverso i nuovi modelli di prodotto, è possibile sviluppare agenti chatbot con personalità o temi propri, inclusi modelli per la negoziazione di stipendi, la creazione di piani di lezione e lo sviluppo di ricette. Nel post che annuncia il lancio, OpenAI ha rivelato che sono già stati creati oltre 3 milioni di versioni personalizzate di ChatGPT e che prevede di evidenziare strumenti GPT utili all’interno dello store ogni settimana.

Il GPT Store è stato paragonato all’App Store di Apple, promuovendo lo sviluppo di nuove applicazioni nel settore dell’IA da parte di un’ampia gamma di utenti.

L’apertura del GPT Store era originariamente prevista per novembre, ma il lancio è stato ritardato a causa di turbolenze interne all’azienda alla fine dello scorso anno, quando il consiglio di amministrazione di OpenAI ha licenziato Sam Altman come CEO. È tornato al suo ruolo una settimana dopo a seguito di uno sciopero dei dipendenti.

OpenAI ha annunciato nel blog che lancerà un programma di condivisione dei ricavi nel primo trimestre di quest’anno, attraverso il quale i costruttori saranno pagati in base all’interazione degli utenti con i loro GPT. I dettagli di ciò devono ancora essere condivisi.

In una email agli sviluppatori della piattaforma la settimana scorsa, OpenAI ha detto agli utenti di assicurarsi che i loro chatbot rispettino le politiche d’uso e le linee guida del marchio GPT. L’azienda ha evidenziato diversi prodotti già in offerta in un comunicato stampa che accompagna il lancio, inclusi quelli dell’app di design Canva e dell’app di escursionismo AllTrails.

Il nuovo store è disponibile agli abbonati dei servizi premium ChatGPT Plus ed Enterprise, così come per un nuovo livello di abbonamento chiamato Team, che costa $25 al mese per ogni utente. Gli abbonati al Team possono anche creare GPT personalizzati per le esigenze del team.

Durante il suo primo demo day per gli sviluppatori, Altman si è offerto di coprire le spese legali per gli sviluppatori che potrebbero violare la legge sul copyright creando prodotti basati su ChatGPT e sulla tecnologia di OpenAI. OpenAI stessa è stata citata in giudizio più volte per presunta violazione del copyright per aver usato testi protetti da copyright per allenare i suoi grandi modelli linguistici. Altman ha detto all’inizio di gennaio che sarebbe stato “impossibile” creare ChatGPT senza includere materiale protetto da copyright nel corpus di addestramento dell’intelligenza artificiale.

ChatGPT, il prodotto principale dell’azienda, è stato rilasciato a novembre 2022 con poco clamore, ma ha rapidamente guadagnato popolarità tra i consumatori, accumulando 100 milioni di utenti in pochi mesi. OpenAI produce anche il software di generazione di immagini Dall-E, anche se non è ancora chiaro se lo store permetterà la personalizzazione di bot di immagini o solo di chatbot su misura.

Fonte


Lorenzo Ricciutelli
Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Techdot. Vivo da sempre con un’amore sfrenato per l’informatica e la tecnologia. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Nel tempo libero sono un imprenditore digitale.