Skip to main content

Samsung Find è la risposta a “Dov’è” di Apple

esempio funzionamento di Samsung Find
23 Gennaio 2024, 10:22 | Lorenzo Ricciutelli Lorenzo Ricciutelli

Samsung ha introdotto una nuova app denominata “Samsung Find” nei suoi ultimi smartphone Galaxy S24, che si presenta come risposta a “Dov’è” di Apple.

Samsung Find segue le orme di “Dov’è” di Apple e “Trova il mio dispositivo” di Google e rappresenta un’evoluzione importante nel’ecosistema di Samsung, offrendo agli utenti una soluzione integrata per il tracciamento dei dispositivi e degli accessori.

“Samsung Find” si distingue per la sua integrazione nell’ecosistema Samsung, consentendo agli utenti di localizzare non solo i loro smartphone Galaxy su una mappa, ma anche altri dispositivi e gadget collegati attraverso la rete SmartThings Find.

Questo significa che, in caso di smarrimento del telefono, o semplicemente per localizzare oggetti come borse, zaini e bagagli dotati di tracker Galaxy SmartTag, “Samsung Find” offre una soluzione pratica già integrata nel sistema.

La funzione più utile di Samsung Find è sicuramente la notifica che parte in automatico se abbiamo dimenticato qualcosa, un’aggiunta che mira a prevenire la perdita ed il furto dei dispositivi più importanti. Contrariamente a quanto ipotizzato, Samsung Find non sarà un’esclusiva dei nuovi Samsung Galaxy S24. Samsung ha annunciato che “Samsung Find” sarà disponibile anche per altri dispositivi previo l’aggiornamento a One UI 6.1.

Questo significa che una vasta gamma di utenti con dispositivi idonei all’aggiornamento potrà beneficiare di questa nuova funzionalità, espandendo ulteriormente le capacità dell’ecosistema Samsung.


Lorenzo Ricciutelli
Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Techdot. Vivo da sempre con un’amore sfrenato per l’informatica e la tecnologia. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Imprenditore digitale.