Skip to main content

Samsung prepara il lancio del chip a 2nm per sfruttare l’intelligenza artificiale

Samsung sta sviluppando chip a 2nm
13 Giugno 2024, 15:30 | Lorenzo Ricciutelli Lorenzo Ricciutelli

Samsung si sta preparando per lanciare chip con processo costruttivo a 2nm nel 2025 e 1,4nm nel 2027.

È la stessa azienda, durante l’evento Samsung Foundry Forum a San Jose, a confermare lo sviluppo della tecnologia, che sta andando a gonfie vele come ampiamente pronosticato. E non è tutto: proprio come Apple, ha intenzione di dedicare maggiore attenzione alle attività di AI in locale sui proprio dispositivi.

Samsung ha introdotto i primi chip a 2nm nel 2022 e da quel momento ha delineato la roadmap dei suoi semiconduttori con un piano per i cinque anni seguenti. La roadmap prevede il lancio di chip a 3nm di seconda generazione nel 2024. L’Exynos 2500, processore del futuro Samsung Galaxy S25, sarà con ottime probabilità realizzato con il processore a 3nm 3GAP.

Nel 2025 verranno lanciati i chip a 2nm, seguiti da un processo di seconda generazione sempre a 2nm nel 2026. Nel 2027 l’azienda prevede di entrare nell’era “sub-2nm” grazie ai chip 1.4nm. Nel frattempo, la società coreana ha introdotto una variante a 4nm chiamata SF4U che offre una serie di miglioramenti PPA incorporando la riduzione ottica.

Samsung come Apple vuole l’IA in locale con CPU speciali

Samsung utilizza l’architettura del transistor gate-all-around (GAA) nei suoi chip a 3nm. Questa nuova architettura offre miglioramenti PPA rispetto a FinFET, l’architettura utilizzata fino ai chip a 4nm. La società coreana mira a trarre vantaggio dall’adozione precoce di questa tecnologia avanzata dei transistor.

Secondo Samsung, “i progressi strutturali come il gate-all-around (GAA) sono diventati essenziali per soddisfare le esigenze di potenza e prestazioni dell’era dell’AI”. L’azienda afferma che il suo processo GAA è maturato significativamente negli ultimi due anni, sia in termini di resa che di prestazioni. La produzione di GAA aumenterà notevolmente nei prossimi anni man mano che si passerà alle tecnologie di processo a 2nm e 1,4nm.

L’evento SFF ha anche visto il lancio di Samsung AI Solutions, una piattaforma AI integrata che combina le capacità delle divisioni Foundry, Memory e AVP (Advanced Package) dell’azienda. I clienti ottengono soluzioni ad alte prestazioni, a bassa potenza e ad alta larghezza di banda, personalizzabili in base alle loro esigenze AI. Samsung prevede di introdurre una soluzione AI all-in-one, integrata con CPO, nel 2027.

FonteCrediti immagine


Lorenzo Ricciutelli
Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Techdot. Vivo da sempre con un’amore sfrenato per l’informatica e la tecnologia. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Imprenditore digitale.