Skip to main content

Scordatevi i chatbots AI, Meta pensa a qualcosa di più grande

  • Pubblicato:
    19 Gennaio 2024, 10:03
  • Aggiornato:
    19 Gennaio 2024, 10:03
Lorenzo Ricciutelli
mark zuckerberg pensa all'agi con meta

I team di Meta che sviluppano e progettano AI sono al lavoro su un’AGI, e non su di un semplice chatbot di AI.

Meta, il gigante tecnologico di Mark Zuckerberg, sta concentrando tutti i suoi team di ricerca sull’intelligenza artificiale, FAIR e GenAI, in un ambizioso progetto volto a sviluppare un’intelligenza artificiale generale (AGI), ovvero un’AI intelligente proprio come un essere umano.

Il CEO di Meta, Zuckerberg, ha fornito dei dettagli importanti sugli sforzi di Meta in questo campo, evidenziando la creazione di un’infrastruttura di calcolo di vasta portata.

Meta si è posta l’obiettivo di sviluppare un’AGI e rilasciarla come software open source entro la fine del 2024. In un video su Threads, Mark ha sottolineato di nuovo la visione a lungo termine di sviluppare la prossima generazione di AI e di renda open-source e quindi accessibile a chiunque.

Rimane da chiarire la definizione precisa delle capacità dell’intelligenza artificiale generale e della sua disponibilità. Zuckerberg ha ammesso che non c’è una definizione concisa e univoca di ciò che realmente può fare l’AGI. In ogni caso Meta sta preparando una nuova piattaforma che permetterà a chiunque di creare propri personaggi AI e condividerli sulle app social di Meta. Zuckerberg ha suggerito che questi AI potrebbero anche pubblicare autonomamente su Facebook, Instagram e Threads.

Fonte


Lorenzo Ricciutelli
Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Techdot. Vivo da sempre con un’amore sfrenato per l’informatica e la tecnologia. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Nel tempo libero sono un imprenditore digitale.