Skip to main content

Spotify presenta la funzione AI per creare playlist da un testo

La playlist ai di spotify
08 Aprile 2024, 13:13 | Lorenzo Ricciutelli

Spotify inaugura una novità nel settore dello streaming musicale: la funzionalità AI Text-To-Playlist, che consente agli utenti di creare una playlist grazie al semplice input testuale sfruttando l’intelligenza artificiale per la scelta dei brani più adatti.

È stata la piattaforma ad annunciare la novità domenica sera, per il momento in beta. La funzionalità permette di inserire una frase e si ottiene come risposta una playlist, generata appositamente per l’utente e l’input ricevuto. L’articolo sul blog di Spotify mostra per bene il funzionamento, garantito anche con intere frasi, personaggi immaginari, luoghi reali o emoji.

Dopo il prompt iniziale, l’IA aggiunge una 30ina di canzoni alla playlist che meglio rispecchiano la richiesta. Gli utenti, dopo aver digitato l’input, potranno perfezionare e modificare le playlist create dall’IA aggiungendo nuovi prompt testuali. L’IA di Spotify nominerà automaticamente la playlist in modo da rispecchiare il prompt iniziale.

Funzione AI playlist di spotify

Le restrizioni per il momento sono due: la funzione è in beta e attiva per gli utenti premium iOS e Android nel Regno Unito e in Australia; ovviamente la piattaforma non genererà contenuti da prompt offensivi o relativi a brand reali.

Questa funzione arriva in un momento particolare di Spotify: l’azienda pensa di aumentare i prezzi per i propri abbonamenti worldwide.

La generazione di playlist con AI è una nuova funzione in beta che si aggiunge a quella dei corsi in e-learning lanciata dalla piattaforma qualche tempo fa.


Lorenzo Ricciutelli
Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Techdot. Vivo da sempre con un’amore sfrenato per l’informatica e la tecnologia. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Imprenditore digitale.