Skip to main content

Tesla supera ogni ostacolo e consegna i primi 12 Cybertruck, rivelando prezzo e prestazioni

  • Pubblicato:
    01 Dicembre 2023, 09:17
  • Aggiornato:
    01 Dicembre 2023, 09:17
Lorenzo Ricciutelli
Tesla Cybertruck Delivery Event

Elon Musk, CEO di Tesla, presenta il camion elettrico Cybertruck, rimandato per ben tre volte, come “tecnologia apocalittica”, smentendo l’idea che sia un mero oggetto espositivo.

Oggi è un giorno importante per Tesla: i primi clienti del Cybertruck hanno finalmente ricevuto i loro attesi veicoli. Dopo un’attesa prolungata, iniziata con l’annuncio del rivoluzionario pick-up elettrico nel 2019, l’azienda ha superato diverse problematiche legate al design e alla produzione, posticipando le consegne per alcuni anni.

In un evento trasmesso in diretta, dodici fortunati clienti hanno preso possesso dei loro Cybertruck. Tesla afferma di aver raccolto oltre un milione di pre-ordini per il camion, con l’obiettivo di produrne 200.000 all’anno. Ogni pre-ordine richiedeva un deposito rimborsabile di 250 dollari.

Il cybertruck ha richiesto uno sforzo incredibile in termini di design e produzione, ecco infatti una breve cronologia:

  • Novembre 2019: Annuncio del veicolo e apertura dei pre-ordini, con inizio produzione previsto per il 2021.
  • Agosto 2021: Rinvio della produzione al 2022.
  • Novembre 2022: Ulteriore posticipo al 2023.
  • Gennaio 2023: Rinvio della produzione “di massa” al 2024.
  • Luglio 2023: I primi veicoli escono dalla linea di produzione.
  • Novembre 2023: Consegna dei primi 12 veicoli.

Tesla ha inoltre confermato il prezzo e l’autonomia del camion. Disponibile in tre versioni, secondo la pagina d’ordine aggiornata, il modello più economico, a trazione posteriore, non sarà disponibile fino al 2025. Parte da 60.990 dollari con un’autonomia di 250 miglia, un netto aumento rispetto al prezzo iniziale del 2019 di 39.990 dollari, come riporta The Verge, e impiega 6,5 secondi per passare da 0 a 60 mph.

Le due versioni disponibili nel 2024 sono quella a trazione integrale (a partire da 79.990 dollari, con un’autonomia di 340 miglia e un’accelerazione da 0 a 60 in 4,1 secondi), oltre al modello “Cyberbeast”. Quest’ultimo, con un prezzo di partenza di 99.990 dollari, offre un’autonomia di 320 miglia e vanta l’accelerazione più rapida tra i tre, con soli 2,6 secondi da 0 a 60, e una potenza impressionante di 845 cavalli.

“Ogni cinque o dieci anni appare un prodotto veramente speciale, insolito”, ha dichiarato oggi Musk. Nella maggior parte dei suoi commenti, ha enfatizzato le prestazioni del camion, dissipando l’idea che il Cybertruck sia “solo un oggetto espositivo”.

Musk ha iniziato evidenziando la resistenza esterna del veicolo. “Abbiamo sviluppato una lega di acciaio ultra-resistente specifica per Tesla,” ha spiegato.

Per dimostrare la sua resistenza, un membro dello staff Tesla ha lanciato una palla da baseball contro il camion, che è rimbalzata senza lasciare ammaccature visibili. (Un test simile nel 2019 aveva avuto risultati meno soddisfacenti). Successivamente, un video ha mostrato proiettili di arma da fuoco rimbalzare sul veicolo, anziché penetrarlo, come Musk sostiene accadrebbe sui camion dei concorrenti.

“L’apocalisse potrebbe arrivare in qualsiasi momento, e noi di Tesla offriamo il meglio in termini di tecnologia apocalittica”, ha affermato Musk.

Fonte


Lorenzo Ricciutelli
Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Techdot. Vivo da sempre con un’amore sfrenato per l’informatica e la tecnologia. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Nel tempo libero sono un imprenditore digitale.