Skip to main content

Tesla richiama 125.000 veicoli per un problema alle cinture di sicurezza

Tesla richiama veicoli per problemi alla cintura di sicurezza
03 Giugno 2024, 10:09 | Lorenzo Ricciutelli Lorenzo Ricciutelli

Tesla ha annunciato il richiamo di oltre 125.000 veicoli negli Stati Uniti a causa di un malfunzionamento nel sistema di avviso delle cinture di sicurezza.

Secondo la National Highway Traffic Safety Administration, un difetto nel sistema di avviso delle cinture di sicurezza può aumentare il rischio di lesioni per il conducente in caso di incidente. In particolare, la spia luminosa e il segnale acustico di avviso potrebbero non attivarsi quando il conducente non indossa la cintura di sicurezza.

Il richiamo riguarda solo alcuni specifici modelli: Model S dal 2012 al 2024, Model X dal 2015 al 2024, Model 3 dal 2017 al 2023 e Model Y dal 2020 al 2023.

Tesla ha previsto di rilasciare un aggiornamento software over-the-air (OTA) che modificherà il sistema di avviso, rendendolo dipendente dalla chiusura della fibbia della cintura di sicurezza del conducente e dallo stato di accensione del veicolo, anziché dal software del veicolo.

Ancora problemi per Tesla, che solo il mese scorso ha richiamato quasi 4.000 Cybertruck a causa di un problema che poteva bloccare il pedale dell’acceleratore nella guarnizione interna del veicolo, rendendo difficile rallentare o fermare l’auto. A febbraio, Tesla ha richiamato diversi veicoli a causa delle dimensioni troppo ridotte dei caratteri delle spie di avviso per il parcheggio, il sistema anti-bloccaggio dei freni e i controlli dei freni. A dicembre scorso, l’azienda aveva richiamato 2 milioni di veicoli per problemi legati agli avvisi di sicurezza dell’Autopilot.

Fonte


Lorenzo Ricciutelli
Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Techdot. Vivo da sempre con un’amore sfrenato per l’informatica e la tecnologia. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Imprenditore digitale.