Skip to main content

TikTok indagata dall’UE per violazione di DSA e violazione della protezione sui minori

tiktok indagata da unione europea diritti minori
  • Pubblicato:
    19 Febbraio 2024, 14:51
  • Aggiornato:
    19 Febbraio 2024, 14:51
Lorenzo Ricciutelli

La celebre applicazione di video brevi TikTok è sotto inchiesta in Europa per una serie di possibili violazioni del Digital Services Act (DSA), incluso il mancato rispetto della privacy e della sicurezza dei minori.

L’azienda è inoltre accusata di mettere a rischio la salute mentale degli utenti, cercando volontariamente di rendere gli utenti dipendendi dalla piattaforma.

TikTok quindi è la seconda azienda sotto inchiesta per possibili violazioni dei requisti del DSA. Tra i tanti spicca l’obbligo di “assicurare un alto livello di privacy, sicurezza e protezione verso i minori grazie al sistema di progettazione e di funzionamento del sistema di raccomandazione dei contenuti.”

L’UE è preoccupata che gli algoritmi di TikTok possano essere deliberatamente progettati per creare dipendenza e veicolare contenuti estremi.

La commissione dichiara che al momento non è possibile prevedere la durata dell’inchiesta. Dipenderà da diversi fattori, incluso il grado di cooperazione di TikTok.

Il Digital Services Act (DSA)

Il Digital Services Act (DSA) è una legislazione europea ideata per proteggere le persone da informazioni false, da pubblicità mascherate e dall’utilizzo dei dati personali per il targeting senza il consenso dell’utente. Lo scopo primario del DSA è quello di prevenire la diffusione di informazioni dannose e false sui social network, ma anche garantire che le aziende siano il più trasparenti possibile.

Anche X (Twitter) è sotto inchiesta

Anche X, social network di Elon Musk e noto come Twitter è già stato sotto inchiesta del DSA da Dicembre 2023.

“Il social network X è sotto inchiesta formale da parte dell’Unione Europea, per determinare se l’azienda ha violato la legge in non meno di otto modi.”

In cima alla lista vi è “la diffusione di contenuti illegali nel contesto degli attacchi terroristici di Hamas contro Israele” – ma anche i “blue checkmarks” sono nuovamente sotto esame.”


Lorenzo Ricciutelli
Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Techdot. Vivo da sempre con un’amore sfrenato per l’informatica e la tecnologia. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Imprenditore digitale.