Skip to main content

Novità app Google Home: offline mode e supporto a Matter

Google Home funzione offline e matter incluso
  • Pubblicato:
    03 Aprile 2024, 10:16
  • Aggiornato:
    03 Aprile 2024, 10:17
Lorenzo Ricciutelli

Google ha rivelato di essere al lavoro su più progetti della sua app per la casa intelligente. Le due novità principali sono la modalità offline e il supporto a Matter.

Android Authority spiega bene il funzionamento attuale di Google Home, che trasmette i comandi ricevuti nei server dell’azienda prima di attivarli nella nostra rete domestica. Il problema principale dei dispositivi per la smart home di oggi è Internet: una volta che la rete ha problemi, è impossibile utilizzare tutti i dispositivi collegati. Per questo la modalità offline sarà una vera rivoluzione nel settore.

Ma dovremmo attendere ancora un po’ prima del lancio effettivo di questa funzionalità. Uno sviluppatore di Google ha commentato che il team si sta concentrando sull’integrazione dello standard Matter. È proprio lo sviluppatore ad affermare che: “È fondamentale integrare lo standard per garantire una migliore connessione tra dispositivi di varie aziende prima di garantire la funzionalità offline”.

Includere i dispositivi più datati e di altre aziende

Nel post su Reddit molte persone hanno espresso forti criticità nei confronti dell’app Google Home, molti puntano il dito contro i problemi di compatibilità dei vari dispositivi nella piattaforma. I vecchi modelli di telecamere Nest, ad esempio, non funzionano con Google Home.

Il team di Google sta lavorando anche al miglioramento dell’integrazione con marchi di terza parti come Wyze ed Eufy, procedimento complesso per via di difficoltà incontrate nei protocolli di sicurezza e qualità. Sforzi del genere richiedono di lavorare a stretto contatto con i partner per garantire che tutto funzioni bene.

Purtroppo, non è stata fornita una data di lancio per nessuna di queste funzionalità o una roadmap, quindi non sappiamo quando arriveranno questi aggiornamenti. Ma se e quando usciranno, saranno resi disponibili per primi attraverso la Public Preview di Google Home. Le istruzioni su come unirsi al programma possono essere trovate sul sito di assistenza Nest.

fonte


Lorenzo Ricciutelli
Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Techdot. Vivo da sempre con un’amore sfrenato per l’informatica e la tecnologia. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Imprenditore digitale.