Skip to main content

Esim: che cos’è, come funziona e dispositivi compatibili

esim che cos'è e come funziona
  • Pubblicato:
    16 Febbraio 2024, 15:21
  • Aggiornato:
    16 Febbraio 2024, 15:21
Lorenzo Ricciutelli

Le eSIM, chiamate anche con il termine Sim Elettroniche, stanno pian piano rivoluzionando il concetto di connettività mobile. Questo articolo esplorerà in dettaglio cos’è un’eSIM, come funziona, i dispositivi compatibili e fornirà un’analisi approfondita sui vantaggi e gli svantaggi di questa tecnologia.

Inoltre, verranno presentati gli operatori che offrono servizi eSIM in Italia e si discuterà la funzionalità delle eSIM in contesto internazionale, mettendo a confronto le eSIM con le tradizionali SIM fisiche per offrire una visione completa su questa innovazione.

Preparatevi a scoprire tutto ciò che c’è da sapere sulle eSIM, i piccoli chip integrati che stanno cambiando il volto della telefonia mobile.

Che cos’è l’eSIM e come funziona

Evoluzione della sim fino alla esim

L’eSIM sta gradualmente sostituendo le tradizionali SIM fisiche, offrendo agli utenti una flessibilità e comodità senza precedenti.

Ma cos’è davvero l’eSIM? L’eSIM (embedded SIM) è una SIM virtuale pre-installata nei dispositivi mobili, che elimina la necessità di una SIM card fisica. È una rivoluzione nel campo delle telecomunicazioni, consentendo agli utenti di attivare un piano dati mobile senza dover inserire fisicamente una SIM card nel dispositivo. Questa tecnologia offre una maggiore flessibilità, permettendo di passare facilmente tra operatori o piani tariffari senza la necessità di sostituire la SIM.

Il funzionamento dell’eSIM si basa sulla possibilità di programmare a distanza le informazioni dell’operatore di telefonia mobile direttamente sul chip integrato nel dispositivo. Quando un utente decide di cambiare operatore o piano tariffario, può semplicemente scaricare il profilo dell’operatore desiderato e attivarlo immediatamente, senza bisogno di attendere la consegna di una nuova SIM fisica. Questo processo può essere gestito tramite l’applicazione dell’operatore o impostazioni del dispositivo Android o iOS, rendendo il passaggio rapido e senza interruzioni.

L’eSIM da un punto di vista tecnico

funzionamento tecnico di una esim

Dal punto di vista tecnico, l’eSIM rappresenta un’evoluzione molto importante rispetto alle SIM tradizionali.

È dotata di un modulo UICC (Universal Integrated Circuit Card) integrato, che conserva tutte le informazioni necessarie per l’autenticazione e l’accesso alla rete dell’operatore. Questo modulo è in grado di memorizzare più profili operatori, che possono essere gestiti e scambiati direttamente dal dispositivo. La capacità di contenere più profili rende l’eSIM estremamente versatile, adattandosi a esigenze diverse, come viaggi internazionali o l’utilizzo di più numeri di telefono su un singolo dispositivo.

I vantaggi della eSIM

L’adozione della sim virtuale sta accelerando sia in Italia che nel mondo, grazie alla serie di vantaggi e benefici significativi che apporta ai consumatori e ai produttori di dispositivi mobili. Questi vantaggi spaziano dalla comodità e alla praticità, fino a implicazioni più tecniche che migliorano indirettamente gli smartphone. Esaminiamo da vicino questi vantaggi.

Non si perde la scheda SIM

Uno dei vantaggi più evidenti e immediati dell’utilizzo delle eSIM è che non si corre il rischio di perdere la scheda SIM. Essendo integrate direttamente nel dispositivo, le eSIM eliminano la necessità di maneggiare piccoli oggetti fisici che possono facilmente smarrirsi o danneggiarsi, come vale anche per il piccolo attrezzo che sblocca lo sportello della sim. Questo aspetto è particolarmente vantaggioso per coloro che tendono a cambiare spesso dispositivo, per chi ha la tendenza a dimenticare il codice SIM o che necessitano di diversi profili di operatore.

C’è più spazio nello smartphone per la batteria (o altri componenti)

L’eliminazione dello slot per la SIM fisica nei dispositivi che supportano l’eSIM libera spazio prezioso all’interno del dispositivo. Questo spazio extra può essere utilizzato dai vari produttori per integrare batterie di maggior capacità o per includere altre componenti tecnologiche che arricchiscono le funzionalità del dispositivo. L’ottimizzazione dello spazio interno è un nodo fondamentale per la progettazione degli smartphone e avere dello spazio libero in più aiuta sicuramente gli ingegneri.

Cambio operatore facilitato

L’eSIM semplifica il processo di cambio gestore o l’attivazione di nuovi piani tariffari. Senza la necessità di attendere una nuova SIM fisica, gli utenti possono passare da un operatore all’altro o modificare il loro piano dati direttamente dal dispositivo, attraverso un semplice processo software. Questa flessibilità consente agli utenti di adattare le proprie esigenze di connettività in modo rapido e senza interruzioni, ottimizzando l’esperienza d’uso e la gestione dei costi.

Vantaggi anche per chi viaggia spesso all’estero

Per chi viaggia frequentemente, l’eSIM offre vantaggi notevoli anche in termini di connettività internazionale. La possibilità di attivare piani tariffari locali senza dover acquistare una SIM fisica elimina le complicazioni legate al roaming e ai costi spesso esorbitanti associati. Gli utenti possono semplicemente scegliere e attivare un piano dati locale tramite il proprio dispositivo, godendo di tariffe più convenienti e di una connettività senza interruzioni durante i loro spostamenti all’estero.

Gli svantaggi della eSIM

Sebbene l’eSIM offra numerosi vantaggi che la rendono una scelta attraente per molti utenti, esistono alcuni svantaggi che meritano di essere considerati.

uesti aspetti pongono delle sfide sia per gli utenti che per gli operatori di telefonia mobile, influenzando l’esperienza complessiva di utilizzo dei dispositivi dotati di eSIM.

Analizziamo più da vicino questi svantaggi.

Problemi in caso di guasto dello smartphone

Uno degli svantaggi principali legati all’uso delle eSIM è legato alla gestione dei guasti del dispositivo. Con una SIM fisica, in caso di malfunzionamento del telefono, è possibile rimuovere facilmente la SIM e inserirla in un altro dispositivo per continuare a ricevere chiamate e messaggi. Tuttavia, con un’eSIM integrata, trasferire il proprio servizio su un dispositivo sostitutivo può risultare più complicato, richiedendo spesso l’intervento dell’operatore telefonico. Questo potrebbe tradursi in tempi di attesa più lunghi per l’utente prima di poter ripristinare la propria connettività.

Per la configurazione è necessaria una connessione internet o wifi

Un altro inconveniente dell’eSIM risiede nella necessità di disporre di una connessione internet o wifi per poter configurare o modificare il profilo dell’operatore sul dispositivo. Sebbene questa sia una condizione facilmente soddisfacibile in molti contesti, in determinate situazioni o aree geografiche con copertura limitata, potrebbe rappresentare un ostacolo non trascurabile. Gli utenti potrebbero trovarsi in difficoltà a cambiare operatore o ad attivare un nuovo piano tariffario senza un accesso affidabile a internet.

Non tutti gli operatori forniscono eSIM

Nonostante l’interesse crescente per le eSIM, non tutti gli operatori di telefonia offrono attualmente supporto per questa tecnologia. Questo limita le opzioni a disposizione degli utenti che desiderano sfruttare i vantaggi dell’eSIM, costringendoli talvolta a rimanere con un operatore meno vantaggioso o a non poter utilizzare l’eSIM nel proprio paese di residenza o durante i viaggi internazionali. Inoltre, alcuni operatori che forniscono eSIM applicano tariffe di attivazione o di cambio profilo particolarmente elevate, che possono scoraggiare gli utenti dall’adottare questa tecnologia.

Quali operatori supportano le eSIM in Italia?

  • Tim: Tim è stato il primo operatore in Italia ad offrire il servizio di eSIM per gli smartphone.
  • Vodafone: Anche Vodafone è stato il primo operatore ad adottare il servizio di eSIM.
  • WindTre: Anche questo operatore supporta le eSIM con smartphone e smarwatch.
  • Iliad: Questo operatore ha lanciato le eSIM a giugno 2023, èer smartphone, ma non per smartwatch dotati di LTE.
  • Fastweb: Fastweb si aggiunge alla lista degli operatori che in Italia supportano le eSIM a fine 2023.
  • Very Mobile: Very Mobile è stato il primo operatore virtuale ad offrire le eSIM in Italia
  • LycaMobile: L’operatore ha attivato le eSIM nel 2024.

Differenza tra eSIM e Sim fisica tradizionale

Benché entrambe svolgano la stessa funzione fondamentale – autenticare l’utente sulla rete dell’operatore – ci sono differenze significative tra eSIM e SIM fisica che influenzano l’usabilità, la flessibilità e l’efficienza. Ecco un confronto diretto delle caratteristiche chiave.

Forma e dimensione

La differenza più ovvia tra eSIM e SIM fisica risiede nella loro forma. Le SIM tradizionali sono piccoli pezzi di plastica con un microchip incorporato, disponibili in vari formati (SIM, Micro-SIM, Nano-SIM) che devono essere inseriti in uno slot dedicato del dispositivo. L’eSIM, invece, è un chip incorporato direttamente nel dispositivo, eliminando la necessità di uno slot SIM fisico e di una SIM fisica intercambiabile.

Flessibilità e gestione

L’eSIM offre una flessibilità senza precedenti in termini di gestione della propria linea mobile. Mentre cambiare operatore o piano tariffario con una SIM fisica richiede la sostituzione fisica della SIM, con l’eSIM questo può essere fatto digitalmente, attraverso un semplice download del profilo operatore. Questo rende l’eSIM particolarmente vantaggiosa per i viaggiatori internazionali o per chi desidera passare facilmente tra più operatori.

Sostenibilità e spazio

Senza la necessità di produrre, spedire e smaltire SIM fisiche, l’eSIM rappresenta una scelta più sostenibile dal punto di vista ambientale. Inoltre, l’assenza di uno slot SIM nei dispositivi che supportano l’eSIM libera spazio prezioso che può essere utilizzato per altre componenti, come batterie più grandi, o per rendere i dispositivi più sottili.

Compatibilità e disponibilità

La SIM fisica gode di una compatibilità quasi universale e di una lunga storia di supporto da parte degli operatori di tutto il mondo. Al contrario, l’eSIM è relativamente nuova e non tutti gli operatori offrono ancora supporto per questa tecnologia, anche se il numero sta crescendo rapidamente. Inoltre, non tutti i dispositivi sono attualmente equipaggiati con eSIM, limitando la sua adozione a modelli specifici.

Una eSIM funziona all’estero?

esempio di una sim

La possibilità di utilizzare i servizi di telefonia mobile durante i viaggi internazionali è una questione di grande importanza per molti utenti. Con l’avvento delle eSIM, sono emerse nuove opportunità per rimanere connessi all’estero, ma anche alcune domande sui loro effettivi vantaggi pratici oltre i confini nazionali.

L’eSIM, grazie alla sua natura digitale e alla capacità di gestire più profili di operatore, offre una flessibilità senza precedenti per gli utenti internazionali. A differenza delle SIM fisiche, che richiedono la sostituzione fisica per passare da un operatore all’altro, con un’eSIM è possibile scaricare e attivare profili di operatori locali o internazionali direttamente sul proprio dispositivo, senza la necessità di sostituire fisicamente nulla.

Uno dei principali vantaggi dell’eSIM per chi viaggia all’estero è la possibilità di evitare costose tariffe di roaming. Prima di partire, o al proprio arrivo, un utente può scegliere un operatore locale, scaricarne il profilo eSIM e godere delle tariffe locali per dati, chiamate e messaggi, senza incorrere nei sovrapprezzi tipici del roaming internazionale.

Inoltre, questo processo elimina la necessità di acquistare fisicamente una SIM locale, risparmiando tempo e evitando potenziali complicazioni linguistiche o logistiche. La procedura di cambio operatore può essere completata in pochi minuti, direttamente dal proprio dispositivo mobile, garantendo una connessione quasi immediata dopo l’arrivo in un nuovo paese.

È importante notare che non tutti gli operatori in ogni paese offrono supporto per l’eSIM, e le tariffe o i piani disponibili possono variare significativamente. Prima di viaggiare, è consigliabile informarsi sulla copertura e sui servizi eSIM offerti nel paese di destinazione e confrontare le diverse opzioni per trovare la soluzione più vantaggiosa.

Un altro aspetto da considerare è la compatibilità del proprio dispositivo con le reti del paese ospitante. Sebbene la maggior parte dei dispositivi recenti supporti un’ampia gamma di bande di frequenza, è sempre bene verificare per evitare sorprese.

Smartphone compatibili con l’eSIM

La lista degli smartphone compatibili con l’eSIM è in continuo aggiornamento, dal momento che tutte le aziende che realizzano questi dispositivi integrano questa funzionalità sui loro modelli più recenti. Ecco la lista:

  • Apple: iPhone XS, XS Max, XR e successivi fino all’iPhone 15 e successivi.
  • Samsung: Galaxy S23 / S23+ / S23 Ultra, Galaxy S22 / S22+ / S22 Ultra, Galaxy S21 / S21+ / S21 Ultra, Galaxy S20 / S20+ / S20 Ultra, Galaxy Z Fold4 / Flip4, Galaxy Z Fold3 / Flip3, Galaxy Z Fold2, Galaxy Z Flip 5G, Galaxy Z Flip, Galaxy Fold
  • Galaxy Note20 / Note20 Ultra, e successivi
  • Google: Google Pixel 4, 5, 6, 7 Pro e successivi
  • Huawei: Huawei P40 / P40 Pro, Huawei Mate 40 Pro, Huawei P50 Pro e successivi
  • Xiaomi: Xiaomi 12T Pro, Xiaomi 13/13 Pro e successivi
  • Oppo: Oppo Find X3, X3 Pro, X5 Pro e successivi
  • Motorola: Razr 5G (solo eSIM), Razr 2022 e successivi
  • Sony: Xperia 1 IV, 1V, 10 IV e successivi

Smartwatch compatibili con l’eSIM

  • Apple Watch 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 e successivi
  • Apple Watch Ultra 1, 2 e successivi
  • Samsung Watch 2, 3 e successivi
  • Samsung Gear 2, S3 e successivi
  • Samsung Galaxy Watch 4, 5 e successivi
  • Huawei Watch 2
  • Huawei Watch 3 e successivi
  • Xiaomi Mi Watch

Malgrado le sfide legate alla compatibilità con gli operatori e ai dispositivi, la direzione del mercato è chiara: l’eSIM rappresenta il futuro della connettività mobile. Con ogni nuovo dispositivo e piano tariffario che supporta questa tecnologia, ci avviciniamo a un mondo in cui la gestione della propria linea mobile è più semplice, più ecologica e più adatta alle esigenze dell’utente moderno.


Lorenzo Ricciutelli
Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Techdot. Vivo da sempre con un’amore sfrenato per l’informatica e la tecnologia. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Imprenditore digitale.