Skip to main content

L’app fotocamera del Pixel Watch migliora con i telefoni Google Pixel

  • Pubblicato:
    02 Febbraio 2024, 10:28
  • Aggiornato:
    02 Febbraio 2024, 10:54
Andrea De Luca
Update dei Pixel Watch fotocamera migliorata

Il Pixel Watch include una pratica app Fotocamera Pixel, che consente di controllare a distanza l’app fotocamera del telefono, che ora è diventata sensibilmente meglio.

L’app fotocamera presente sui Pixel Watch offre un’anteprima dal vivo dell’obiettivo della fotocamera dello smartphone e permette di passare dalla fotocamera frontale a quella posteriore (e viceversa) direttamente dal posto. Purtroppo fino ad oggi per passare alla modalità Notte, Ritratto e Slow motion eravamo costretti ad utilizzare il telefono per attivare queste funzioni. Ora, grazie all’aggiornamento dell’app Fotocamera Pixel per Wear OS, queste modalità sono supportate e incluse nell’app.

Per abilitare la funzione è sufficiente passare tramite il menù, con diverse impostazioni relative alla modalità, alla fotocamera e al timer. Dal menu “Modalità“, è possibile passare tra diverse modalità della fotocamera, come Night Sight, Ritratto, Video, Slow Motion e Time Lapse. Dal sottomenu “Fotocamera“, si può scegliere tra la fotocamera frontale e quella posteriore.

Anche il timer è stato rivisto, prima dell’aggiornamento era supportato un tempo massimo di 3 secondi, ora invece è possibile selezionare 3 secondi oppure 10. Inutile dire che questo nuovo update rende l’app molto più utile: la possibilità di cambiare modalità della fotocamera è utile e conveniente, poiché consente di scattare foto migliori passando direttamente dal polso tra le modalità Night Sight e Ritratto.

Attenzione però, se il Pixel Watch è associato a un telefono non Pixel, potrebbe non offrire l’opzione di cambiare tra le varie modalità della fotocamera. Se non si vedono le nuove opzioni nell’app Fotocamera del Pixel Watch per Wear OS, è consigliato scaricare l’ultima versione dal Play Store.


Andrea De Luca
Andrea De Luca
Andrea De Luca, nato nel 1998, nel cuore dell’era digitale. La passione per l’informatica affonda le radici fin dalla sua adolescenza. Wannabe ingegnere informatico, nel frattempo studio codice, costruisco computer e tastiere meccaniche custom. Ama leggere libri di fantascienza.