Skip to main content

Google ha inserito davvero Gemini in ogni app, ecco le novità

gemini sempre più su android
  • Pubblicato:
    26 Febbraio 2024, 10:10
  • Aggiornato:
    26 Febbraio 2024, 10:10
Andrea De Luca

Google introduce delle nuove funzioni per tutti i dispositivi Android e soprattutto nuovi modi per interagire con Gemini.

Android si sta trasformando nella piattaforma dei sogni di intelligenza artificiale (AI). Al MWC di quest’anno, Google ha annunciato nuovi modi per interagire con Gemini tramite Google Messages. Gemini funzionerà come un’altra chat.

Da questa settimana, Google permetterà di accedere a Gemini direttamente da Google Messages su qualsiasi dispositivo Android. La funzione si chiama “Chat con Gemini“. Si potrà chattare con Gemini per scrivere messaggi, pianificare eventi e fissare idee. Non sarà necessario installare l’app Gemini per accedere a questa funzione.

Ma non è tutto: per chi usa Android Auto, Gemini sarà in grado di riassumere lunghi testi e chat di gruppo con un frequente scambio di messaggi. L’AI aiuterà a trovare possibile risposte mentre si guida con attenzione – da verificare, comunque.

Lookout su Android, una funzione integrata per utenti ciechi e ipovedenti, offrirà descrizioni AI auto-generate di foto e immagini ricevute nei messaggi. Ci sarà anche un supporto migliorato per il lettore di schermo con Lens in Maps. Quando punti la tua fotocamera AR su un edificio, TalkBack ti dirà cosa c’è davanti e la sua posizione su Google Maps.

Per chi indossa uno smartwatch Android, Google permetterà di accedere a biglietti, pass e altri elementi essenziali del portafoglio dal polso nel prossimo aggiornamento di Wear OS. Anche le indicazioni per i trasporti pubblici saranno presto disponibili. Sarà più facile ricordare il treno o l’autobus da prendere senza tirare fuori il telefono.

Health Connect è l’ultima parte di queste novità. Questo aggiornamento raccoglie tutti i dati di salute di terze parti da app come AllTrails e MyFitnessPal nell’app Fitbit.

fonte


Andrea De Luca
Andrea De Luca
Andrea De Luca, nato nel 1998, nel cuore dell’era digitale. La passione per l’informatica affonda le radici fin dalla sua adolescenza. Wannabe ingegnere informatico, nel frattempo studio codice, costruisco computer e tastiere meccaniche custom. Ama leggere libri di fantascienza.